STORIA

Agli inizi degli anni 70, all’interno del quartiere Nuova Casale, per merito di volontari quasi tutti residenti nasceva la polisportiva Nuova Casale, a fianco dell’argine del fiume Po.
Si costruiva un campo da bocce e un piccolo parco giochi, con attrezzature fai da te.
Ben presto, il circolo venne scoperto e apprezzato dalla città e cominciò ad espandere le strutture con la costruzione di una piscina, una pista per pattinaggio e un campo da tennis.

Pertanto anche i soci cominciarono ad organizzarsi iscrivendo la Polisportiva alle federazioni nuoto, bocce, tennis, partecipando a tutti i campionati ed iniziative che le suddette federazioni proponessero ottenendo lusinghieri piazzamenti nel nuoto, la serie C con le bocce e buoni risultati nel tennis.
Negli anni 80 con la costruzione della sede sociale e di altri 3 campi da tennis, si incrementava l’attività di questo settore portando in giro per la nostra regione i colori della Nuova Casale, a titolo individuale ed a squadre.
Negli anni successivi il circolo riceve diversi miglioramenti in tutte le sue attrezzature, diventando uno dei migliori circoli della città, tra i piu’ curati della regione Piemonte.

Nel 2000 con il cambio della presidenza, viene cambiata anche la denominazione del circolo, che da polisportiva Nuova Casale diventa Sport Club Nuova Casale. A livello di lavori viene rifatto il viale d’ingresso (fondamentale per l’immagine del Club) e ristrutturata la pagoda presente sulla terrazza rivolta verso il fiume Po con lo smaltimento dell’Eternit presente sul tetto della stessa.

Nello stesso anno nel mese di ottobre, lo sport club viene colpito duramente dall’alluvione del fiume Po, che distrugge gran parte delle attrezzature e del manto erboso, riportando danni per circa 800mila euro. Grazie alla volontà, agli sforzi, ed alla tempestività di tutti i soci e del neo-presidente, il circolo viene completamente bonificato, ricostruito, e ulteriormente migliorato a tempo record, garantendone così la completa efficienza per la stagione seguente.

Lasciato alle spalle un anno assai difficile, nella stagione 2002 l’attenzione del consiglio direttivo si concentra sull’ottimizzazione dell’area verde attraverso la realizzazione del parco giochi dei bimbi e dell’area picnic. Sempre nella stessa stagione vengono illuminati i due principali campi da tennis della società.

L’anno 2003 coincide con il rifacimento degli spogliatoi maschile e femminile necessario per garantire ai soci una struttura perfettamente funzionale nel periodo estivo ed invernale. Il 2004 vede la nascita ufficiale della Scuola di Addestramento Tennis guidata dal Maestro Sergio Piccinini e viene completamente rinnovato il campo polivalente successivamente coperto con una struttura pressostatica.

Nel 2005, l’attenzione del consiglio direttivo, appena rieletto per altri 4 anni, si concentra sulla ristrutturazione della palestra e la costruzione di spogliatoi attigui con sauna e locali per il personale del bar e della ristorazione come da normativa ASL.

Per effetto dell’attività tennistica interna e la crescita della SAT, il 2006 vede la realizzazione di 2 nuovi campi da tennis portando il totale a 7 (compreso il campo polivalente). Viene acquistata una nuova struttura pressostatica che, unita alla precedente attraverso un tunnel, è destinata a coprire nel periodo invernale i nuovi campi. La scelta si rivela assai azzeccata vista la crescente richiesta dei soci praticanti e l’incremento degli allievi della scuola tennis che nel 2008 raggiunge la quota record 108 iscritti. Tuttavia l’avvenimento più importante della stagione è l’accordo con la famiglia Luparia per la donazione di parte del terreno, fino ad allora in affitto, su cui sorgono i tre campi da tennis, i campi da beach volley ed il campo da calcio.

Nel 2007 viene rimosso totalmente l’Eternit presente nel perimetro del Club e viene acquistato il nuovo chiosco per il bar estivo. L’anno successivo risulta essere piuttosto tranquillo e l’attenzione si concentra in modo particolare sulla manutenzione e la cura delle strutture esistenti in attesa dell’inizio dei lavori (settembre 2008) di ristrutturazione della piscina estiva e dell’area solarium adiacente. Il nuovo progetto si conferma subito assai impegnativo ma grazie all’infaticabile lavoro svolto dal presidente ed alla serietà delle ditte coinvolte nella ristrutturazione in data 2 giugno (inizio della stagione estiva 2009) viene inaugurata la nuova struttura. La piscina riscuote subito un grande successo tra i soci ed in accordo con le previsioni del consiglio direttivo dona un grande impulso alla vita sociale del Club.

Anche la zona solarium è stata ampliata e ulteriormente abbellita con l’aggiunta di nuove piante e splendide composizioni floreali. In ultimo con il proposito di abbellire una struttura così moderna e funzionale è stata realizzata una scenografica terrazza, posta tra i due spogliatoi, che si affaccia sulla piscina e che si propone come angolo ideale per il relax.